biocidibox-arrowbutton-arrowcheckclose_modal_windowcosmeticodispositivi-medicifarmaceuticointegratorilistlogo-zetafarmaceuticigrouppage-nav-arrow--leftpage-nav-arrow--rightslider-arrow_leftslider-arrow_right

News

Il contract manufacturing made in Italy 
al CPhI Worldwide di Barcellona

Settembre 2016 - Il CDMO farmaceutico italiano fa sistema e si presenta al CPhI di Barcellona, il 4 ottobre, per promuovere il made in Italy e le sue eccellenze. 

Il manufacturing italiano è al primo posto in Europa. Le sue qualità sono sempre più riconosciute e ricercate in tutto il mondo. Per questo l'intero comparto farmaceutico, in tutte le sue diverse componenti istituzionali, ha deciso per la prima volta di unirsi in un'azione comune che mette insieme AIFAMinistero della SaluteFarmindustria e le sue imprese associate, tra cui Zeta Farmaceutici.

L'obiettivo è portare al CPhI Worldwide 2016, che quest'anno si tiene a Barcellona, il mondo del manufacturing italiano, facendo conoscere il suo know how, gli asset tecnologici e produttivi, le sue potenzialità a uno dei più prestigiosi parterre internazionali, dove s'incontreranno 3600 addetti e professionisti del settore, da più di 150paesi. 

L'evento, promosso da Farmindustria, prevede la presenza di Giorgio Bruno, responsabile CDMO Farmindustria, Isabella Marta, dell'AIFA, Andrea Paci, economista dell'università di Firenze, Marco Verna, dell'ICE di Madrid. Il seminario, moderato da Giovanni Fazio, cercherà di illustrare le ragioni, i vantaggi, le opportunità offerte dalle partnership con le imprese italiane.

programma-cdmo
produzione-zetafarmaceutici

Produzione conto terzi: Italia prima in Europa

Maggio 2016 - Il Contract Manufacturing italiano vola e raggiunge il primo posto in Europa per fatturato. Farmindustria, l'associazione delle imprese di categoria, conferma con dati molto positivi lo stato di buona salute del farmaco made in Italy.  La produzione conto terzi europea vale 5 miliardi. L'Italia contribuisce con la quota più consistente, pari a 1,5 miliardi, davanti alla Germania (1,2 miliardi) e la Francia (1 miliardo). In percentuale significa il 29% del fatturato totale e ben il 30% di tutti gli occupati comunitari nel settore. Un riconoscimento importante per la qualità dell'industria farmaceutica italiana, che va a tutte le imprese della filiera: sia quelle piccole e medie, sia i colossi multinazionali. Tutti i dati testimoniano la rilevanza di questo trend di crescita. Aumenta il numero di addetti, che si attesta a 65.000,  il valore aggiunto (35% del fatturato contro una media del 22% del manifatturiero), gli investimenti in ricerca. Il primato europeo nella produzione conto terzi è il risultato di un percorso che ha sicuramente radici storiche consolidate, ma che negli ultimi vent'anni ha cominciato ad accelerare, gettando le basi per un futuro sempre più importante. 

La prima certificazione di vitalità per i probiotici

Probiotici vivi fino alla scadenza dei prodotti. Lo certifica CSQA per gli integratori Prolife Zeta Farmaceutici

Dicembre 2015 - Gli integratori con probiotici rappresentano un mercato con un trend di crescita costante e, nel caso dell'Italia, molto importante. Sono perciò sempre più numerose le aziende che cercano di conquistare spazi in questo settore sempre più competitivo. I consumatori si trovano così di fronte a un'offerta molto ampia ma non sempre hanno gli strumenti per valutare la qualità dei diversi integratori. Zeta Farmaceutici Group è sempre stata molto attenta sia alla qualità sia ai bisogni dei consumatori e, forte della sua espereinza nel campo, ha prodotto i primi integratori con la certificazione di vitalità probiotica

Questa certificazione risponde a una questione essenziale per il mercato degli integratori probiotici. Infatti, le caratteristiche fondamentali che definiscono i probiotici sono la loro vitalità e stabilità nel tempo. Secondo le normative europee e italiane, che le recepiscono, i probiotici per essere tali non solo devono essere vivi, ma mantenere la loro vitalità fino alla scadenza commerciale dei prodotti che li contengono.

E' evidente che il rispetto di queste caratteritiche offre al consumatore un elemento determinante per valutare la qualità dei prodotti che acqusita. Per questo Zeta Farmaceutici Group ha voluto realizzare per la prima volta una certificazione che assicura per gli integratori Prolife le caratteritiche di vitalità e stabilità nel tempo proprie dei probiotici. 

La certificazione è stata prodotta da CSQA,  società italiana leader nel settore della certificazione da 25 anni. Gli integratori certificati sono Prolife 10 forte, Prolife Lactobacilli, Prolife pediatrico e Prolife 10 forte capsule. CSQA ha verificato che fossero soddisfatti i seguenti requisiti, utilizzando tra l'altro criteri di  misurazione più restrittivi rispetto a quanto previsto dalle Linee guida del Ministero della Salute su probiotici e prebiotici.

1. al momento del confezionamento, in ogni dose i probiotici sono almeno 1 miliardo per almeno uno dei ceppi utilizzati; 

2. alla scadenza del prodotto, i probiotici presenti sono almeno 1 miliardo per almeno uno dei ceppi utilizzati;

3. fino alla data di scadenza viene rispettato il numero minimo di probiotici dichiarato in etichetta per ciascuno dei ceppi presenti. 

 

La certificazione di vitalità probiotica conferma come l'organizzazione e le tecnologie Zeta Farmaceutici Group siano all'avanguardia. La procedura messa a punto dal management della ricerca e delìa produzione non dimostra solo la validità di un processo produttivo, ma anche la qualità di un sistema aziendale che non esita a confrontarsi con i sistemi più sofisticati di verifica e controllo.

 

Una novità effervescente

 

 

Novembre 2015 - Zeta Farmaceutici Group aumenta ulteriormente la sua offerta. Con le vitamine C effervescenti in compresse aggiunge una nuova forma
e una nuova tecnologia farmaceutica alla sua produzione di integratori alimentari.
L'esperienza Zeta Farmaceutici Group è già consolidata nelle soluzioni più innovative
per gli integratori salini, tonici, vitaminici, probiotici. Un'ampia gamma di forme e tecnologie che consente di realizzare il prodotto più mirato rispetto alle strategie
dei nostri clienti. 

Assogenerici: il tour #Fabbriche Aperte  parte da Zeta Farmaceutici 

Ottobre 2015 - E' partita dagli stabilimenti di Zeta Farmaceutici #Fabbriche Aperte.
Con questa iniziativa AssoGenerici (Associazione Nazionale Industrie Farmaci Generici) intende promuovere la qualità del made in Italy farmaceutico. La produzione italiana di generici ha registrato negli ultimi dieci anni una crescita continua e ora si attesta al terzo posto in Europa dopo Svizzera e Germania, con il 12,2% della produzione, 37 siti produttivi e 60 aziende, localizzate soprattutto nel Nord Italia. Questo risultato è stato possibile grazie anche alla costante informazione portata avanti negli anni sui farmaci-equivalenti. Nel tempo i consumatori italiani hanno abbandonato la loro diffidenza iniziale, imparando a riconoscere e ad apprezzare la qualità dei generici.

Per la prima tappa di #Fabbriche Aperte AssoGenerici ha scelto Zeta Farmaceutici perché rappresenta un esempio di successo di quel modello di qualità che si fonda sul collegamento con il territorio, la valorizzazione della filiera produttiva italiana e l'estrema flessibilità dell'organizzazione.  

Lenil fa scuola

Settembre 2015 - Lenil Sollievo è la crema lenitiva preferita dall'Isituto Alberghiero "Giuseppe Maffioli" di Villarazzo (TV). E' stato scelto dai docenti e dagli aspiranti cuochi della scuola come crema di primo soccorso in caso di scottature. Durante le esercitazioni pratiche, infatti, l'attività ai fornelli può comportare qualche rischio di piccole ustioni superficiali. Dopo aver provato diversi prodotti, alla fine la scelta è caduta su Lenil Sollievo, che ha dimostrato la sua efficacia nel dare rapidamente sollievo, idratare, ridurre l'arrossamento. La speciale formulazione con Fitosteroli
e Pantenolo rende Lenil Sollievo ideale anche per irritazioni, prurite, arrossamenti. 

Benvenuti nei nostri stabilimenti

Top